Corso di estone

1

progressione #1 0%
progressione #2 0%
Inizia un nuovo quiz
Espressioni essenziali Olulised väljendid #1 #2
1 Buongiorno Tere päevast!
2 Buongiorno Tere
3 Buonasera Tere õhtust!
4 Arriverderci Head aega!
5 A dopo Kohtumiseni!
6 Ja
7 No Ei
8 Per favore! Vabandage!
9 Grazie Tänan
10 Grazie mille Tänan väga
11 Grazie per il suo aiuto Tänan teid abi eest!
12 Prego Pole tänu väärt!
13 Va bene Nõus
14 Quanto costa, per favore? Palju see maksab?
15 Mi scusi ! Vabandust!
16 Non ho capito Ma ei saa aru
17 Ho capito Ma sain aru
18 Non so Ma ei tea
19 Vietato Keelatud!
20 Dov'è il bagno per favore ? Kus on tualett, palun?
21 Buon anno! Head uut aastat!
22 Buon compleanno! Palju õnne sünnipäevaks!
23 Buone feste! Häid pühi!
24 Congratulazioni! Palju õnne!
25 Congratulazioni! Õnnitlused!

Versione stampabile - estone (vocabolario) ↗

17 temi
17 temi

Espressioni essenziali

Conversazione

Imparare

Colori

Numeri

Punti di riferimento di tempo

Taxi

Sentimenti

Famiglia

Bar

Ristorante

Lasciarsi

Trasporto

Cercare qualcuno

Hotel

Spiaggia

In caso di problema

Come fare a imparare l'estone da solo? Muovi i primi passi con un semplice corso online gratuito!

Abbiamo adottato un approccio oggettivo ed efficiente per imparare a parlare un linguaggio in maniera semplice e veloce: ti suggeriamo di iniziare memorizzando parole, frasi ed espressioni di uso comune che potrai usare nella vita di tutti i giorni e che ti saranno utili in viaggio.
Abituarsi a pronunciare le parole ad alta voce, i numeri, ad esempio, è un esercizio semplice che puoi mettere in pratica spesso e in ogni momento della giornata. E ti aiuterà ad abituarti alle sonorità della lingua che hai scelto, rendendola a te più familiare.
E una volta che la tua vacanza avrà avuto inizio, e ti troverai a Tallinn, Pärnu o qualsiasi altro posto in Estonia, sarai sorpreso da quanto ti sembrerà familiare e semplice da comprendere.
In più, utilizzare un dizionario tascabile è sempre utile, specialmente in viaggio. Ti consente di trovare la traduzione di nuove parole ed arricchire il tuo vocabolario.

Perché parlare estone in viaggio?

Nel cuore dell'innovazione

Stato baltico dell'Unione Europea, l'Estonia ha attraversato un periodo di forte crescita economica dopo la proclamazione della sua indipendenza dall'Unione Sovietica nel 1991, e oggi è membro di importanti organizzazioni come le Nazioni Unite, la NATO e l'Unione Europea. Con la sua economia fermamente basata sull'esportazione del legno e dei prodotti tessili, oltre agli equipaggiamenti elettrici ed elettronici e ai software, l'Estonia è la madre patria di importantissimi programmi come Skype, Kazaa e VoIP. E' stato anche il primo stato a concedere la residenza virtuale.

Multi-culturale

Nel corso della storia, la cultura estone si è arricchita grazie agli scambi con i paesi vicini, senza però perdere la propria identità.
Al di là di una vasta produzione letteraria – basata principalmente sulla poesia – i cui portavoce sono uomini e donne come Lydia Koidula, Eduard Vilde e Marie Under, la musica ricopre anche un ruolo fondamentale nell'educazione e nella vita culturale di questo paese.

Rendi un successo la tua visita in Estonia

Che tu voglia passare qualche giorno con gli amici per un viaggio di piacere o che tu stia partendo per un viaggio di lavoro, niente ti sarà più utile della conoscenza di alcune parole chiave nella lingua dei tuoi interlocutori, che apprezzeranno i tuoi sforzi e saranno perciò più disponibili nei tuoi confronti.

Come riuscire ad ottenere una buona pronuncia in una settimana o un mese?

Appartenente alla famiglia delle lingue ugrofinniche, l'estone è basato sull'alfabeto latino e comprende 27 lettere, alcune delle quali diacritiche. I suoi fonemi hanno usualmente tre diversi tipi di lunghezza: breve, lunga e estesa; le ultime due sono sottolineate da una doppia lettera. Ecco alcuni esempi di pronuncia in comparazione con altre lingue.
La ä: viene pronunciata A in maniera molto aperta, come nella parola inglese CAT.
La ö e la ü: vengono pronunciate /ø/ e /y/, come in tedesco.
La š e la ž: vengono pronunciate /ʃ/ e /ʒ/, come i francesi CH e J.