Traduzione / Espressioni essenziali


Corso ebraico - Espressioni essenziali
Corso ebraico - Espressioni essenziali
www.loecsen.com

Italiano Ebraico
Buongiorno שלום - shalom
Buonasera ערב טוב - erev tov
Arriverderci להתראות - le'itraot
A dopo נתראה יותר מאוחר - nitrae yoter meuhar
כן - ken
No לא - lo
Per favore! סליחה, בבקשה - slyha, bevakasha
Grazie תודה - toda
Grazie mille תודה רבה - toda raba
Grazie per il suo aiuto תודה על העזרה - toda 'al ha'ezra
Prego על לא דבר - al lo davar
Va bene בסדר - beseder
Quanto costa, per favore? ?מה המחיר בבקשה - ma hamehyr bevakasha?
Mi scusi ! סליחה - slyha
Non ho capito אני לא מבין - any lo mevyn
Ho capito הבנתי - hevanty
Non so אני לא יודעת - any lo yoda'at
Vietato אסור - asur
Dov'è il bagno per favore ? ?סליחה, איפה השרותים - slyha, ayfo hasherutym?
Buon anno! שנה טובה! - shana tova!
Buon compleanno! יום-הולדת שמח! - yom-huledet same'ah!
Buone feste! חג שמח! - hag sameah!
Congratulazioni! ברכות! - brahot!




Come fare a imparare l'ebraico da solo? Muovi i primi passi con un semplice corso online gratuito!

Abbiamo adottato un approccio oggettivo ed efficiente per imparare a parlare un linguaggio in maniera semplice e veloce: ti suggeriamo di iniziare memorizzando parole, frasi ed espressioni di uso comune che potrai usare nella vita di tutti i giorni e che ti saranno utili in viaggio.
Abituarsi a pronunciare le parole ad alta voce, i numeri, ad esempio, è un esercizio semplice che puoi mettere in pratica spesso e in ogni momento della giornata. E ti aiuterà ad abituarti alle sonorità della lingua che hai scelto, rendendola a te più familiare.
E una volta che le tue vacanze hanno avuto inizio, e ti troverai a Gersalemme, a Tel Aviv o in qualsiasi altra località in Israele, sarai sorpreso da quanto ti sembrerà familiare e semplice da comprendere.
In più, utilizzare un dizionario tascabile è sempre utile, specialmente in viaggio. Ti consente di trovare la traduzione di nuove parole ed arricchire il tuo vocabolario.

Perché parlare ebraico in viaggio?

Un'economia forte che investe in tecnologie all'avanguardia

Lo stato di Israele, ricco di storia e cultura, possiede una forte economia, con industrie in via di sviluppo, specialmente quelle collegate allo sviluppo tecnologico. Infatti, gli investimenti di questo stato nella ricerca sono uno dei fattori che spiegano il considerevole contributo del paese nei campi della scienza, della medicina, dell'agricoltura e dell'informatica.

Una fantastica meta turistica

Il paese è ricco di parchi nazionali e riserve naturali, con paesaggi molto diversi fra loro. Israele condivide l'accesso al Mar Morto con altri paesi nella stessa regione, una destinazione che attrae turisti da tutto il mondo.
Il paese possiede inoltre una cultura ricca e vibrante, e luoghi sacri di prim'ordine – come la Torre di David, la Basilica del Santo Sepolcro, il Muro del Pianto, i luoghi sacri del Baha'i e la Via dell'Incenso.
Sulle rive del Mediterraneo prenderai parte ad un'eccezionale vita notturna, e la cucina tipica del luogo sarà di prim'ordine (la tua dieta potrebbe subire un brutto colpo!).

Rendi un successo la tua visita in Israele

Che tu voglia passare qualche giorno con gli amici per un viaggio di piacere o che tu stia partendo per un viaggio di lavoro, niente ti sarà più utile della conoscenza di alcune parole chiave nella lingua dei tuoi interlocutori, che apprezzeranno i tuoi sforzi e saranno perciò più disponibili nei tuoi confronti.

Come riuscire ad ottenere una buona pronuncia in una settimana o un mese?

Dovrai comprendere alla perfezione l'alfabeto e la sua punteggiatura L'ebraico, lingua ufficiale di Israele, viene parlato da circa otto milioni di persone. Utilizza un alfabeto consonantico composto da ventidue lettere, alcune delle quali pronunciate in più modi. Uno dei segni che contribuisce a definire la pronuncia che dovrebbe essere utilizzata è il dagaesh (un punto nel centro della lettera). Ecco alcuni esempi:
La Pé viene pronunciata P con il dagaesh ed F senza;
La Kaf viene pronunciata K con il dagaesh e Het senza;
La Bet viene pronunciata B con il dagaesh e V senza. La lunghezza delle vocali è un altro punto importante, dal momento che molte costruzioni morfologiche dipendono da tale distinzione. Generalmente, la corretta pronuncia dell'ebraico posiziona l'accento tonico sull'ultima sillaba della parola.

Alfabeto ebraico con audio

Ti invitiamo ad ascoltare le corrette pronunce delle lettere cliccando i seguenti link: Alfabeto ebraico con audio.
9.1/10 (14 voti)

I tuoi commenti sono molto graditi

Mostra i commenti